Reloading Oltre 2.0, il Passaggio a Nord Est continua...
Reloading Oltre 2.0, il Passaggio a Nord Est continua...

Alimentazione

Dott.ssa Agnusdei, nutrizionistaIn qualità di Specialista in Scienza dell’Alimentazione il mio interesse per la Spedizione in partenza per le gelide terre polari è, realmente, molto elevato.
Un gruppo di uomini, accomunati dall’amore per l’avventura ma, credo anche, con il confronto con il proprio limite, ha deciso di lasciare la comoda vita milanese per affrontare, in condizioni straordinariamente dure, un viaggio lungo e decisamente molto impegnativo.

Molti e differenti i problemi che, quale nutrizionista, sono stati posti alla mia valutazione.

Condizioni di vita così estreme (le temperature a cui saranno sottoposti varieranno tra i 6 ed i -50°C) richiedono di porre l’accento su alcuni punti che possono, così, essere riassunti:

  1. Apporto proteico bilanciato, essendo le proteine il materiale basilare della vita e dovendo questi uomini affrontare condizioni estreme il giusto apporto proteico e quanto mai indispensabile;
  2. Apporto di omega-3 adeguato, essendo questi direttamente implicati nel migliorare la funzionalità cardiaca e nella produzione degli antinfiammatori naturali non possono essere sottovalutati nella dieta;
  3. Apporto di calcio, per una buona parte la missione si svolgerà durante il lungo inverno polare, al buio e con l’impossibilità da parte dell’organismo di produrre la vitamina D indispensabile per fissare il calcio;
  4. Bilanciamento elettrolitico, con un organismo sottoposto a sforzi di adattamento non comuni il bilanciamento elettrolitico si rende particolarmente rilevante onde evitare complicanze indesiderabili;
  5. Protezione dal danno ossidativi, i radicali liberi in queste condizioni estreme avranno la massima possibilità di potersi manifestare creando, nel lungo tempo, danni alla salute.

Naturalmente occorre tener presente che la missione non consente, se non in rare occasioni, di poter disporre di cibi freschi come frutta e verdura e di condizioni molto limitate per la preparazione dei pasti.

Fatte queste premesse le scorte alimentari che verranno utilizzate saranno le seguenti: cibi liofilizzati, latte in polvere, cioccolata fondente, salmoni freschi, carne di renna surgelata, uova (solo nei momenti in cui ci si fermerà in qualche agglomerato urbano), barrette proteiche ed integratori alimentari.

Al fine di poter valutare quali possano essere le risposte che l’organismo può fornire in tali condizioni i membri che parteciperanno alla spedizione verranno monitorati, alla partenza ed al ritorno, per alcuni paramentri ematici e fisiologici:

  • Peso, BMI e valutazione della massa grassa e della massa magra;
  • Colesterolemia totale, HDL ed LDL, trigliceridi;
  • Na, K e Ca;
  • Glicemia ed insulinemia;
  • Valutazione del danno ossidativi.

I valori dei test eseguiti saranno elaborati in una pubblicazione che la spedizione Oltre Mobi potrà utilizzare per tutti gli scopi divulgativi e scientifici che riterrà più idonei.

Dr. Anna Agnusdei